Diritto inalienabile

Analisi a freddo (post manifestazione Roma, 14 dicembre):

protesta.jpg_1315991312“Molti” dei politici che siedono in parlamento non sono stati eletti dal popolo ma per mezzo di una furbata trasformata in legge elettorale, incostituzionale.”Molti” dei politici che siedono in parlamento non si sentono rappresentanti del popolo ma padroni, questo è il motivo per cui il Ministro La Russa si è sentito libero di esprimere, piuttosto coloritamente, il suo disappunto riguardo alla manifestazione. Senza entrare nel merito dei disordini scoppiati il 14 dicembre a Roma, in occasione della manifestazione tenutasi in segno di protesta nei confronti della riforma Gelmini e non solo, dichiaro apertamente di non condividerne i metodi: forze dell’ordine e Governo da una parte, manifestanti dall’altra. Disordini che hanno causato diversi incidenti e numerosi feriti. Circostanze in cui i punti oscuri non mancano, tutti ancora da chiarire.  Detto ciò: il nostro paese vive in uno stato di semilibertà da troppo tempo, con un Parlamento che, oramai, è diventato una mangiatoia. Ci si arriva per mezzo di sotterfugi e non grazie a una regolare elezione dei candidati, eletti democraticamente dal popolo. Gli stipendi di questi signori, come li chiama simpaticamente il Premier Berlusconi, sono troppo alti, conditi da troppe agevolazioni e privilegi: vedi pensioni facili, viaggi pagati, auto blu ecc. Tutto questo avviene sotto i nostri occhi, bendati dalla disinformazione e dalle tante intimidazioni dirette o indirette che ci arrivano da più fronti. Tutto ciò in un momento di forte crisi economica, dove molte famiglie arrancano nel buio, la disperazione ha raggiunto livelli altissimi e la disoccupazione miete numerose vittime. Mi viene da sorridere quando leggo sui giornali della compravendita dei deputati a suon di migliaia di euro. Penso che in Italia la “gente”, non tutta grazie a dio, si sia bevuta il cervello da tempo. Per gli altri paesi l’Italia equivale a un misto di furbi e ladroni, dove chi delinque di più e riesce a farla in barba alla legge non è disonesto ma un gran figlio di buona donna, persona da apprezzare, prendere come buon esempio. Il nostro debito pubblico fa paura, le cause sono innumerevoli, la mia personale classifica è la seguente:

1) Costi esorbitanti della politica.

2) Rimborso spese (finanziamento) ai partiti.

3) Voto di scambio.

4) Finanziamento pubblico ai giornali.

5) Finanziamenti sterili verso settori secondari a discapito dell’istruzione, la sanità, le infrastrutture e i servizi al cittadino.

6)Politica economia inadeguata verso le piccole/medie imprese: vero motore dell’economia italiana.

Il Ministro di turno ci chiede di stringere i denti per sopportare nuovi sacrifici? La piazza serve a questo: dissentire è un diritto inalienabile. Non con la violenza, è chiaro. Non è altrettanto accettabile e costituzionalmente possibile che si tenti di reprimere le manifestazioni, in segno di protesta, attraverso intimidazioni e/o azioni atte a impedire alle persone di esternare il proprio dissenso verso le soluzioni proposte  dal Governo.

In conclusione penso che l’analisi sia fiato sprecato, almeno fino a quando non verrà condivisa da tutti, la parte sana dell’Italia che, nonostante tutto, ancora esiste e resiste.

Franco Uda

Il blog di Franco Uda nasce dopo una breve ma ponderata riflessione. I motivi che mi hanno spinto a realizzare il blog sono molteplici, il più importante è senza dubbio la possibilità di pubblicare, volta per volta, le mie riflessioni e ciò che riterrò utile e doveroso, senza subire censure di nessun genere. L’augurio che faccio a me stesso è di un’ulteriore crescita culturale, attraverso lo scambio di idee e opinioni dei vari amici internauti con i quali avrò il piacere di interagire. Ulteriori informazioni sono disponibili all'interno del sito web, spazio dedicato all’autopromozione musicale, SoundCloud. Per saperne di più...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.