Dall’articolo 21 al conflitto di interesse

Quest’oggi vorrei porre un piccolo quesito:
la Corte Costituzionale ha emesso sentenza di illegittimità del Lodo Alfano, le motivazioni sono: violazione dell’art. 138 e violazione dell’art. 3 della Costituzione. L’articolo 138 riguarda l’impossibilità di modificare la Costituzione attraverso atti ordinari, e con lo stesso principio, vieta l’emanazione di leggi  a caratterre Costituzionale come il Lodo. L’articolo 3 rivendica il principio di uguaglianza.  8 ottobre, la Consulta emette il verdetto, è altrettanto vero che  eventuali leggi prodotte con l’intento di imbavagliare l’informazione andrebbero a violare l’articolo 138 e l’articolo 21 della Costituzione. In Spagna i cittadini hanno la possibilità di opporsi alle leggi incostituzionali richiamando, in prima persona,  l’attenzione della Corte Costituzionale che ha il compito di valutare l’effettiva proponibilità della legge stessa. In Italia, come in altri Stati europei, questa azione è rimessa agli avvocati che possono appellarsi alla Corte Costituzionale successivamente alla violazione della legge e alla conseguente denuncia del loro assistito. E’ di fondamentale importanza che il Parlamento discuta questi argomenti che sono da ritenere cruciali per la libertà e la democrazia del nostro paese.  Di recente il Governo in carica ha emanato una legge  conosciuta con il nome  di  “legge bavaglio“, l’obbiettivo è quello di impedire, attraverso legge incostituzionale, che l’informazione possa in qualche modo causare una sostanziale riduzione del consenso popolare. La favola del consenso va a galvanizzare la coalizione che sentendosi legittimata opera senza tener conto delle leggi Costituzionali, agendo subdolamente e producendo una forte disinformazione che ha l’obbiettivo primario di tenere i cittadini lontani dalla verità. Ricordo la legge salva-manager, introdotta velatamente nel decreto Alitalia per fare in modo che alcuni imprenditori condannati per truffa e corruzione, potessero, come per magia, purificarsi dei loro reati attraverso una legge che aveva il compito di ripulire loro la fedina penale. Report, trasmissione popolarissima in onda su raidue, condotta dalla Gabanelli, riuscì a sventare l’intrigo dandone tempestiva notizia, causando il dietrofront del Governo. E’ da ritenere opportuno che i nostri rappresentanti discutano un disegno di legge che risolva definitivamente il conflitto di interesse che sappiamo essere fortemente anomalo e incostituzionale, che in qualsiasi altro paese liberale e democratico non sarebbe stato possibile accettare.

Franco Uda

Il blog di Franco Uda nasce dopo una breve ma ponderata riflessione. I motivi che mi hanno spinto a realizzare il blog sono molteplici, il più importante è senza dubbio la possibilità di pubblicare, volta per volta, le mie riflessioni e ciò che riterrò utile e doveroso, senza subire censure di nessun genere. L’augurio che faccio a me stesso è di un’ulteriore crescita culturale, attraverso lo scambio di idee e opinioni dei vari amici internauti con i quali avrò il piacere di interagire. Ulteriori informazioni sono disponibili all'interno del sito web, spazio dedicato all’autopromozione musicale, SoundCloud. Per saperne di più...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.