Sono liberi!

I tre volontari di Emergency, Marco Garatti (medico), Matteo Dell’Aira (infermiere), Matteo Pagani Gauzzugli Bonaiuti (responsabile amministrativo), arrestati a Kabul, sono stati rilasciati. Fonte ANSA, notizia apparsa pochi minuti fa sul sito ansa.it.

E’ passato solo un giorno dalla manifestazione di solidarietà, Io stò con Emergency“, organizzata in piazza San Giovanni a Roma e alla quale hanno partecipato migliaia di persone: il popolo della rete, dei maggiori social network  e dei blogger; ma anche famiglie, giovani, associazioni e vari artisti come Lella Costa, Niccolo’ Fabi, Moni Ovadia, Daniele Silvestri, Amanda Sandrelli e il marito Blas Roca Rei. Tutti venuti a dare il proprio sostegno, sintomo che le manifestazioni sono ancora in grado di scuotere le coscienze delle persone. Sotto il palco anche il segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani, Fabio Evangelisti, Stefano Pedica, Giulia Rodano e Sonia Alfano dell’Idv, Paolo Ferrero del Prci. Molti altri gli artisti e nomi noti che hanno sottoscritto la richiesta di liberazione dei tre operatori di Emergency: Antonio di Pietro, Fiorello, Maurizio Costanzo, Roberto Benigni, Armando Cossutta, Enrico Mentana, Claudio Magris, Erri De Luca, Fabio Fazio, Inge e Carlo Feltrinelli, Nichi Vendola, Silvio Soldini, Filippo Rossi ( Farefuturo), Rosa Calipari e comitato Wu Ming. Arriva, nel pomeriggio, anche la dichiarazione del Ministro degli esteri Franco Frattini: “abbiamo ottenuto quello che era il nostro obiettivo prioritario, e cioé la libertà per i nostri connazionali senza mettere in discussione la nostra posizione di ferma solidarietà con le istituzioni afghane e la coalizione internazionale”. Il rilascio dei tre cooperanti di Emergency a Kabul “é il risultato dell’intensa azione condotta dalla diplomazia italiana che ha agito con straordinaria professionalità e discrezione, nel rispetto delle istituzioni afghane che l’Italia e la comunità internazionale stanno aiutando a crescere”.

Franco Uda

Il blog di Franco Uda nasce dopo una breve ma ponderata riflessione. I motivi che mi hanno spinto a realizzare il blog sono molteplici, il più importante è senza dubbio la possibilità di pubblicare, volta per volta, le mie riflessioni e ciò che riterrò utile e doveroso, senza subire censure di nessun genere. L’augurio che faccio a me stesso è di un’ulteriore crescita culturale, attraverso lo scambio di idee e opinioni dei vari amici internauti con i quali avrò il piacere di interagire. Ulteriori informazioni sono disponibili all'interno del sito web, spazio dedicato all’autopromozione musicale, SoundCloud. Per saperne di più...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.